Gomena

E un sole inerte indugiava nell’alba
dietro il porto di pietre svuotato di luce,
l’approdo mi fu docilissimo. Tenerti
come la gomena, stretta, nel guscio calloso
assecondare l’urto
quello volevo dal viaggio,
la vernice scrostarsi, rifare il tempo dell’abbandono
che è muto, sacrificarlo ad un amorevole molo.

Eppure, dopo anni, a tastarmi nodoso
e cercarne il principio, disvelo
ma non mi districo.

 

approdo1

 

 

Annunci

12 pensieri su “Gomena

  1. Anche dopo anni è così!
    “………………………… disvelo
    ma non mi districo.”
    Tu hai fatto sentire tutto con i tuoi versi.
    Brava davvero!
    Ti sorrido
    gb

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...