La triste storia di una lingua impotente

Le parole giuste non le troverò mai qui,
né qui, né tantomeno qui
o qui
perché non vengono quando dovrebbero
venire, solo una serie di fonemi insensati
che altri ne incoraggiano ad uscire,
ma quelli se ne fregano!
erts, er, ts, estprtcrgr…che?
Le parole non prendono forma, si afflosciano
non si rivelano, sciolgono, compongono… né qui,
neanche qui, e per nessun motivo
qui. Che qui è anche la fine
-sarebbe stato doveroso-.

Annunci

15 pensieri su “La triste storia di una lingua impotente

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...